Il cacciatore di libri

Informações:

Sinopsis

Un inviato virtuale in libreria per scoprire le novità editoriali, ma anche per rivalutare romanzi pubblicati da tempo. In ogni puntata un incontro con uno scrittore per parlare del libro e non solo. Curiosità sul mondo dell'editoria, festival culturali e tendenze.

Episodios

  • "Avere tutto" di Marco Missiroli e "Supercficie" di Olivier Norek

    01/10/2022

    Un romanzo intimo e struggente sulla vita e la morte, sulle passioni che a volte diventano vere e proprie ossessioni, sulle debolezze, sull'amore fra un padre e un figlio che si concretizza nel prendersi cura. In "Avere tutto" di Marco Missiroli (Einaudi) il protagonista e voce narrante è Sandro, quarantenne pubblicitario che vive a Milano ma che torna alcuni mesi a Rimini, la sua città natale, dove si trova il padre Nando (la madre è morta da alcuni anni). Un'occasione per prendersi cura del padre, ma anche per ricordare un passato in cui è nata la sua grande ossessione: il gioco d'azzardo. Nella seconda parte parliamo di Olivier Norek, ex capitano di Polizia e giallista molto famoso in Francia: i suoi romanzi, tradotti anche all'estero, hanno venduto complessivamente oltre 2 milioni di copie. "Superficie"(Rizzoli - traduz. Maurizio Ferrara) racconta la storia di una capitana di Polizia, Noémie Chastain, che durante un blitz antidroga viene ferita gravemente al volto e resta sfigurata. I suoi superiori decid

  • "La Costanza è un'eccezione" di Alessia Gazzola e "Uomini di cavalli" di Pietro Santetti

    24/09/2022

    Terzo e ultimo volume con protagonista Costanza Macallè, paleopatologa suo malgrado, personaggio creato dalla penna di Alessia Gazzola che aveva già dedicato nove romanzi a un'altra protagonista femminile, l'anatomopatologa Alice Allevi che ha anche ispirato la serie tv "L'allieva". Anche "La Costanza è un'eccezione"(Longanesi) come gli altri libri con Macallè protagonista è un mix fra trama ambientata ai giorni nostri e vicende storiche, in questo caso ambientate alla fine del '600 a Venezia. Costanza sembra aver abbandonato la paleopatologia, ma il caso della famiglia Almazan, che chiede per ragioni poco chiare di esaminare i resti degli avi vissuti fra il 600 e il 700, la spinge a tornare all'azione. Nella seconda parte parliamo di "Uomini di cavalli", opera prima di Pietro Santetti (Mondadori). Un romanzo sull'ossessione, sulla determinazione, ma anche sul rapporto simbiotico che può esserci fra due amici o, in questo caso specifico, fra i personaggi del libro e i cavalli. Protagonista è Lucio, 19 anni,

  • "Al di qua del fiume" di Alessandra Selmi e "La casa di marzapane" di Jennifer Egan

    17/09/2022

    La storia della nascita del primo villaggio industriale italiano, Crespi d'Adda, oggi patrimonio Unesco, viene raccontata da Alessandra Selmi nel romanzo "Al di qua del fiume" (Nord). Fu Cristoforo Crespi, nel 1877, a dare il via alla costruzione del cotonificio e del villaggio che era veramente una novità assoluta per i tempi perché accanto all'azienda sorgevano le abitazioni degli operai, c'era la scuola, la chiesa, tutte le attività necessarie. Un primo esempio di welfare. Cristoforo Crespi faceva parte di una famiglia di tintori: tingevano pezze di tessuto che andavano a vendere in tutto il nord Italia. Ma Cristoforo è ambizioso, vuole fare un passo in avanti e ha il sogno di realizzare un villaggio dove gli operai possano vivere dignitosamente. Nella seconda parte parliamo di "La casa di marzapane", l'ultimo romanzo dell'americana Jennifer Egan, famosa per "Il tempo è un bastardo" che aveva vinto il Premio Pulitzer nel 2011. Questo nuovo romanzo (Mondadori - traduz. Gianni Pannofino) è articolato e compl

  • Speciale Premio Campiello

    10/09/2022

    Puntata speciale dedicata al Premio Campiello, assegnato il 3 settembre a Venezia. Ha vinto il romanzo "I miei stupidi intenti" di Bernardo Zannoni (Sellerio): un esordio che è stato candidato dalla Giuria dei letterati direttamente nella categoria principale. Così Bernardo Zannoni, 27 anni, è il vincitore più giovane nella storia del Campiello. Il suo romanzo ha ottenuto 101 preferenze dalla giuria popolare di 300 lettori. Al secondo posto Antonio Pascale "La foglia di fico" (Einaudi), al terzo posto Elena Stancanelli "Il tuffatore" (La nave di Teseo), a seguire Fabio Bacà "Nova" (Adelphi), infine Daniela Ranieri "Stradario aggiornato di tutti i miei baci" (Ponte alle Grazie).

  • La storia nelle storie

    03/09/2022

    Ultima puntata speciale del "Cacciatore di libri Estate" dedicata alla Storia che entra nelle storie narrate nei libri. Dunque romanzi che raccontano fatti realmente accaduti o che prendono spunto dalla realtà per creare una trama di fantasia. Interviste a: Ilaria Tuti, Nadia Terranova, Enzo Fileno Carabba e Alessandro Bertante. Ospite del caffè letterario:Alberto Garlini, uno dei curatori di Pordenonelegge, festa del libro con gli autori, dal 14 al 18 settembre 2022. Libri consigliati: "Menti tribali" di Jonathan Haidt (Codice - traduz. Ciro Castiello - Marco Cupellaro e Paola Marangon), "Il lato oscuro delle storie. Come lo storytelling cementa le società e talvolta le distrugge" di Jonathan Gottschall (Bollati Boringhieri - traduz. Giuliana Olivero), "Mario Caiano - Autobiografia di un regista di B-movie" di Mario Caiano (Edizioni Il foglio). Jukebox letterario: "La scomparsa di Josef Mengele" di Olivier Guez (Neri Pozza - traduz. Margherita Botto), "Mare mosso" di Francesco Musolino (e/o), "Patrik Zak

  • "Finchè il caffè è caldo" di Toshikazu Kawaguchi e "Sarò breve" di Francesco Muzzopappa

    02/09/2022

    Ci sono libri che che hanno successo a distanza di anni dalla pubblicazione oppure godono di un'onda lunga: è quello che sta accadendo al romanzo "Finché il caffè è caldo" del giapponese Toshikazu Kawaguchi. In Italia è stato pubblicato nel 2020 da Garzanti (traduz. Claudia Marseguerra). Nel frattempo sono arrivati in libreria due sequel, eppure è sempre il primo volume a fare capolino periodicamente nelle classifiche. Kawaguchi ha immaginato una caffetteria magica in cui si entra, ci si siede ad un determinato tavolino e nel tempo che si impiega a sorseggiare una tazza di caffè si fa un viaggio nel tempo e si può risalire a un momento della vita in cui si è fatta una scelta sbagliata. Non si può cambiare il passato, ma comunque da questa esperienza si esce confortati. Nella seconda parte parliamo di "Sarò breve"(Fazi) di Francesco Muzzopappa, autore di romanzi ironici come "Una posizione scomoda", "Affari di famiglia", "Dente per dente" e "Heidi". Stavolta Muzzopappa bilancia ironia e tenerezza, perché il pr

  • "La condanna dei viventi" di Marco De Franchi e "La ragazza che cancellava i ricordi" di Chiara Moscardelli

    01/09/2022

    Un thriller appassionante e inquietante, costruito con grande sapienza narrativa. A volte il lettore ha la sensazione di aver capito che cosa sta accadendo e chi potrebbero essere i colpevoli, ma poi c'è subito un elemento che spiazza. Parliamo di "La condanna dei viventi"(Longanesi) di Marco De Franchi che ha lavorato a lungo nella polizia giudiziaria e nello SCO. Protagonista è Valentina Medici, una giovane commissaria del Servizio Centrale Operativo che si trova a gestire la sua prima indagine importante. Un ragazzino sembra essere scappato dalle grinfie di un pedofilo, un altro scompare e il particolare inquietante è che i due si somigliano come gocce d'acqua. Questo è solo l'inizio di una vicenda molto intricata. Nelle indagini Valentina sarà aiutata dal vicequestore Fabio Costa, che in passato aveva ricevuto accuse molto pesanti, ma anche da un critico d'arte perché in tutta vicenda ha un ruolo fondamentale l'opera di Caravaggio. E nella seconda parte parliamo di "La ragazza che cancellava i ricordi" d

  • "Una volta l'Argentina" di Andres Neuman e "Atti di sottomissione" di Megan Nolan

    31/08/2022

    "Una volta l'Argentina" di Andres Neuman (Sur - traduz. Silvia Sichel), scrittore argentino che da tanti anni vive in Spagna. Di lui il cileno Bolano diceva che "è uno scrittore toccato dalla grazia". In questo romanzo Neuman racconta la storia della sua famiglia, dalla vita dei bisnonni al momento in cui nel '91 i genitori decisero di lasciare l'Argentina per trasferirsi in Spagna. I ricordi non seguono un ordine cronologico, ma emergono quasi per temi. A partire dall'episodio che segnò la vita della famiglia: la zia Silvia e lo zio Peter furono arrestati e torturati durante gli anni della dittatura semplicamente perché gestivano una libreria. Ma poi ci sono gli amori adolescenziali, la passione per il calcio che lo salvò dal bullismo, il sentirsi straniero di chi passa da un paese a un altro dove si parla apparentemente la stessa lingua, ma con sfumature diverse che modificano la memoria. Nella seconda parte parliamo di "Atti di sottomissione" della scrittrice irlandese Megan Nolan (NNEditore - traduz. Tizi

  • "Spatriati" di Mario Desiati (Premio Strega) e "Zucchero bruciato" di Avni Doshi

    30/08/2022

    Il romanzo "Spatriati" di Mario Desiati (Einaudi) ha vinto il 7 luglio il Premio Strega 2022. Un romanzo sull'amicizia, sugli innamoramenti, sul rapporto conflittuale che si può avere con la propria terra. Ma è anche un romanzo sul sentirsi irrisolti, irregolari. Spatriati, appunto, come si dice nel dialetto di Martina Franca (in Puglia) dove è ambientata la storia. Protagonisti sono due giovani, Francesco e Claudia, molto diversi eppure molto uniti: Claudia è determinata, anticonformista e ribelle, Francesco è schiacciato dalle convenzioni sociali e rinchiuso dentro sè stesso. Nella seconda parte parliamo di "Zucchero bruciato" di Avni Doshi (Nord - traduz. Francesca Martucci). "Mentirei se dicessi di non aver mai gioito dell'infelicità di mia madre" inizia così la voce narrante della storia, Antara, una donna che ha avuto una madre egoista e violenta e che decide, nonostante il passato, di prendersi cura della madre Tara, malata di demenza. Il romanzo si svolge in India su due piani temporali: i giorni d'o

  • "Le madri non dormono mai" di Lorenzo Marone e "Il tempo delle tartarughe" di Francesca Scotti

    29/08/2022

    Cosa vuol dire per una madre crescere il proprio figlio in carcere? Cosa vuol dire per un bambino vivere dietro le sbarre perché la madre è detenuta? Nel romanzo "Le madri non dormono mai"(Einaudi), Lorenzo Marone racconta le storie di madri e di figli che vivono negli Icam, strutture carcerarie dove c'è una detenzione attenuata per le donne che hanno figli fino ai 10 anni di età. Nel romanzo ci sono diversi personaggi e tutti, sia i detenuti che i non detenuti, sono personaggi dolenti, ognuno di loro ha una ferita e tutti finiscono per sentirsi prigionieri di qualcosa. L'attenzione si concentra su Miriam, condannata per aver coperto il marito in un traffico d'armi, e sul figlio Diego, 9 anni. Miriam è una donna dura e diffidente che applica modi bruschi anche nell'educazione del figlio perché teme che possa crescere debole. Diego è un bambino sensibile, che nel rione a Napoli veniva bullizzato, mentre nel carcere si sente paradossalmente al sicuro. Nella seconda parte parliamo di una raccolta di racconti da

  • Relazioni (pericolose)

    27/08/2022

    Le relazioni, più o meno pericolose, sono al centro di questa puntata speciale del "Cacciatore di libri Estate" dedicata ai romanzi che si concentrano sulle relazioni umane soprattutto quelle d'amore, che possono essere tossiche, possono generare dipendenza, ma possono anche legare due persone per una vita intera. Interviste a Eshkol Nevo, Jonathan Bazzi, Jana Karsaiowa e Giulia Baldelli. Ospite del caffè letterario:Giuditta Casale, blogger Giudittalegge.it.Libri consigliati: "La casa di marzapane" di Jennifer Egan (Mondadori - traduz. Gianni Pannofino), "Oh William" di Elizabeth Strout (Einaudi - traduz. Susanna Basso), "Erosione" di Lorenza Pieri (e/o), "De rerum natura di Lucrezio" tradotto da Milo De Angelis (Mondadori). Jukebox letterario: "Il rosmarino non capisce l'inverno" di Matteo Bussola (Einaudi), "Salvamento" di Francesca Zupin (Bollati Boringhieri), "Altri voli con le nuvole" di Nicola Magrin (Salani). Cooming soon: "Magnificat" di Sonia Aggio (Fazi). Musiche: Beggin - Maneskin Katoov m

  • "Le ossa parlano" di Antonio Manzini e "Le perfezioni" di Vincenzo Latronico

    26/08/2022

    "Le ossa parlano" diAntonio Manzini (Sellerio) è l'undicesimo romanzo con protagonista il vicequestore Rocco Schiavone. Personaggio rude, solitario, ironico e sarcastico, ma anche malinconico e dolente. Questa volta Manzini decide di puntare l'attenzione sul caso di omicidio da risolvere, dando meno spazio alla cosiddetta trama orizzontale quindi al passato di Schiavo e e rinunciando a fare un focus specifico su uno degli uomini della squadra come capitato negli altri romanzi. Sembra che sia quasi una forma di rispetto nei confronti del caso che stavolta Schiavone fa fatica a definire "una rottura di coglioni del decimo livello". Questo perché stavolta la vittima è un bambino di dieci anni. Le sue ossa vengono trovate sepolte in un bosco: era scomparso qualche anno prima all'uscita di scuola a Ivrea. Nella seconda parte parliamo di "Le perfezioni" di Vincenzo Latronico (Bompiani). Anche in questo caso i protagonisti sono alle prese con un senso di impermanenza e inadeguatezza. Anna e Tom sono dei giovani cre

  • "Nova" di Fabio Bacà e "La bambina sputafuoco" di Giulia Binando Melis

    25/08/2022

    Un uomo di scienza, un neurochirurgo che conosce bene i meccanismi della mente, un uomo borghese, civile, pacifico, in altre parole un uomo "normale", inizia a indagare sul proprio rapporto con la violenza, cerca di entrare in contatto con le proprie pulsioni negative. È il protagonista del nuovo romanzo di Fabio Bacà,"Nova" (Adelphi). Si chiama Davide, vive a Lucca insieme alla moglie Barbara, logopedista e vegana, e al figlio adolescente Tommaso appassionato di astronomia. Una vita serena che viene incrinata il giorno in cui Barbara viene aggredita verbalmente in un ristorante e un uomo arriva in sua difesa, usando metodi piuttosto bruschi. Davide osserva la scena, ma non muove un dito. Pensa così di essere un vigliacco e decide di incontrare l'uomo che ha difeso sua moglie. Scopre che è un maestro zen con il quale inizierà un viaggio alla scopertà di sè e delle proprie pulsioni sopite. Nella seconda parte parliamo di "La bambina sputafuoco" di Giulia Binando Melis (Garzanti). Un romanzo sull'amicizia e su

  • "Morsi" di Marco Peano e "Il ritorno di Sira" di Maria Duenas

    24/08/2022

    "Morsi" di Marco Peano (Bompiani). Siamo nel 1996 in Piemonte, a Lanzo Torinese. La protagonista è Sonia, una bambina timida e solitaria che a volte viene lasciata dai genitori a casa della nonna. Una casa di cui Sonia ha paura. Inizialmente sembra un romanzo di formazione, ma improvvisamente in questa storia c'è una svolta, una scena chiave (di cui non possiamo anticipare nulla) che porta il romanzo sul piano del perturbarte e del fantastico, senza però perdere la credibilità. Un romanzo sul passaggio dall'infanzia all'adolescenza e poi all'età adulta, in cui crescere è visto come qualcosa di spaventoso. Dopo dodici anni la scrittrice spagnola Maria Duenas arriva in libreria con "Il ritorno di Sira"(Mondadori - traduz. Eleonora Mogavero e Giuliana Carraro), sequel di "La notte ha cambiato rumore" che aveva venduto in tutto il mondo oltre 5 milioni di copie e aveva ispirato la serie tv ""Il tempo del coraggio e dell'amore". Torna, dunque, la protagonista Sira che da sarta a Madrid si era trasformata in spia

  • "Il codice dell'illusionista" di Camilla Lackberg e Henrik Fexeus e "Il grembo paterno" di Chiara Gamberale

    23/08/2022

    La regina svedese del giallo, Camilla Lackberg, ha inaugurato una nuova serie di thriller, scritta a quattro mani con il mentalista Henrik Fexeus. Il primo volume della trilogia è "Il codice dell'illusionista"(Marsilio - traduz. Alessandra Albertari e Laura Cangemi). I protagonisti sono Mina Dabiri, poliziotta piena di fobie, e Vincent Walder, famoso mentalista. Mina deve indagare sull'omicidio di una donna trovata morta in una cassa di quelle che si usano per gli spettacoli di magia, con il corpo trafitto da alcune spade. È per questo che Mina decide di coinvolgere Vincent che conosce a fondo il mondo dell'illusionismo. Gli omicidi aumentano e sul corpo delle vittime vengono ritrovati dei segni, forse la firma del serial killer.Nella seconda parte parliamo di "Il grembo paterno" di Chiara Gamberale (Feltrinelli). Adele è una 40enne che ha una bambina, Frida, 2 anni, nata con fecondazione assistita e donazione del seme. Adele, un passato di anoressia bulimica, incontra Nicola, 50enne affascinante e sposato, c

  • "Libri che mi hanno rovinato la vita" di Daria Bignardi e "Il palazzo di carta" di Miranda Cowley Heller

    22/08/2022

    "Libri che mi hanno rovinato la vita. E altri amori malinconici" di Daria Bignardi (Einaudi) racconta la passione per i libri e la lettura. Una passione per Daria Bignardi nata da piccola: la madre ansiosa non la faceva uscire di casa e lei passava interi pomeriggi a leggere. Fra i 12 e i 18 anni aveva letto i classici russi e francesi, poi gli americani e gli italiani. Ma in questo percorso fra ricordi personali e letteratura, si parla soprattutto dei libri che hanno "rovinato" la vita, perché "l'arte non deve consolare, ma turbare". E allora Daria Bignardi ricorda le emozioni scatenate in particolare da tre romanzi: "La foresta della notte" di Djuna Barnes, "Il demone meschino" di Sologub e "Così parlò Zarathustra" di Nietzsche. Il particolare il romanzo dello scrittore russo, letto a 13 anni, le aveva fatto scoprire il male e, dunque, la fascinazione per il dolore, il buio e l'infelicità ("soffrire mi esaltava"). Un romanzo apprezzato sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna (è stato primo nelle classif

  • Affari di famiglia

    20/08/2022

    Puntata speciale del "Cacciatore di libri Estate" dedicata ai romanzi che hanno al centro le dinamiche familiari, il rapporto genitori-figli, le relazioni fra fratelli. Interviste a Veronica Raimo, Chiara Tagliaferri, Yasmina Reza e Andres Neuman. Ospite del Caffè letterario:Marzia Ferrigolo, titolare della libreria La Giratempo a Nerviano (Milano).Libri consigliati: "Perchè il bambino cuoce nella polenta" di Aglaja Veteranyi (Keller - traduz Emanuela Cavallaro), "We are family" di Fabio Bartolomei (e/o), "La Spinta" di Ashley Audrain (Rizzoli - traduz. Isabella Zani), "L'arte di legare le persone" di Paolo Milone (Einaudi). Jukebox letterario: "Il nostro meglio" di Alessio Forgione (La nave di Teseo), "Canaglia" di Itamar Orlev (Giuntina - traduz. Silvia Pin), "La salita dei giganti. La saga dei Menabrea" di Francesco Casolo (Feltrinelli). Coming soon: "Al di qua del fiume - Il sogno della famiglia Crespi" di Alessandra Selmi (Nord) in libreria dal 23 agosto. Musiche: Padremadre - Cesare Cremonini Li

  • "Solo è il coraggio" di Roberto Saviano e "Il cielo sbagliato" di Silvia Truzzi

    19/08/2022

    "Solo è il coraggio. Giovanni Falcone, il romanzo" è l'ultimo libro di Roberto Saviano (Bompiani). Si racconta una parte della vita di Giovanni Falcone, soprattutto gli ultimi dieci anni, dal 1982 alla strage di Capaci del 23 maggio del 1992. A trent'anni dalla morte del magistrato per mano della mafia, Saviano decide di raccontare una storia che in parte è già nota, ma ha una serie di episodi che l'autore ricostruisce attraverso le carte e i diari di persone che avevano lavorato con Falcone. Ne emerge un ritratto di uomini e donne di legge (Falcone, la moglie Francesca Morvillo, Rocco Chinnici e altri) caratterizzati dall'aver scelto il coraggio. Coraggio che non impediva la paura. Nella seconda parte parliamo di "Il cielo sbagliato" di Silvia Truzzi (Longanesi), un romanzo ambientato a Mantova fra il 1918 e il '45, anni in cui le vicende dei personaggi di fantasia, che restano comunque in primo piano, si intrecciano con fatti e personaggi reali. Tutto inizia l'11 novembre 1918, giorno dell'armistizio e gior

  • "Volevo essere Madame Bovary" di Anilda Ibrahimi e "La custode dei peccati" di Megan Campisi

    18/08/2022

    "Volevo essere Madame Bovary"(Einaudi) di Anilda Ibrahimi, una scrittrice di origine albanese che vive da oltre vent'anni in Italia. Nel romanzo racconta la storia di una donna, Hera, che ha lasciato l'Albania e decide di tornarci dopo vent'anni con il suo amante, quasi in contrasto con la cultura patriarcale in cui era cresciuta. Hera ha un marito italiano e dei figli nati in Italia, vive in Italia, fa la videoartista ed è una donna realizzata. Eppure vive una serie di contraddizioni che riemergono con forza nel momento in cui mette nuovamente piede in Albania. Ricorda l'adolescenza vissuta in un contesto patriarcale e in una dittatura in cui anche vestirsi in modo diverso era considerato pericoloso. Nella seconda parte parliamo di "La custode dei peccati" della scrittrice americana Megan Campisi (Nord - traduz. Alessandro Storti). Un romanzo storico, di grande successo negli Stati Uniti, che trae spunto da una tradizione realmente diffusa nell'Inghilterra dell'800, sulla quale l'autrice inventa un rituale

  • "Il francese" di Massimo Carlotto e "Via da qui" di Alessandra Sarchi

    17/08/2022

    Il noir come lente di ingrandimento delle contraddizioni della società. È quello che accade con i romanzi di Massimo Carlotto come "Il francese"(Mondadori) in cui lo scrittore mette a fuoco gli aspetti peggiori e il malcostume nella provincia veneta e si concentra sulla criminalità che gira intorno alla prostituzione. Il protagonista è Toni Zanchetta, soprannominato "il francese". Lui ama definirsi un macrò, per darsi una parvenza di eleganza. In realtà è un protettore come tutti gli altri, un manipolatore, un uomo ripugnante. Una delle ragazze della sua maison scompare e lui è il primo sospettato. Carlotto sceglie di raccontare questa storia entrando nella testa del macrò, seguendo i suoi pensieri e la sua parabola discendente, ma senza alcuna indulgenza. Per i criminali di questa storia non c'è redenzione. Cinque racconti in cui i protagonisti vengono fotografati in un momento di incertezza, momento in cui devono prendere decisioni che possono cambiare il proprio futuro. "Via da qui"(minimum fax) è una racc

página 1 de 2